Senza categoria

Che poi per capirlo \”a pieno\” dovrei riguardare le prime due stagioni (per la terza volta) e leggere su internet le varie teorie e interpretazioni, magari anche prendere qualche laurea in filologia romanza e un bel ripasso alla tabellina del sette.

Standard
Senza categoria

\”Occorre sbarazzarsi del cattivo gusto di voler andare d’accordo con molti. I fatti devono stare come stanno e sono sempre stati: Le cose grandi sono riservate ai grandi, gli abissi ai profondi, le finezze e i brividi ai sottili. Le rarità alle persone rare.\”

Standard
Senza categoria

Nel senso, uno alle volte si chiede da dove derivino i cognomi no, tipo certi cognomi, Bianchi che ne so, Pace, Guerra e via dicendo no? Poi nel senso, uno se ne scorda e va avanti con la sua vita del cazzo tra alti e bassi e non-sense a vagonate di ebrei alle porte di Tannhauser (no?) quando a un tratto poi nell\’etere trova questo, il cognome misterioso definitivo, quello a cui neanche i registri akashici riuscirebbero a dare una spiegazione:

Gianformaggio.

 

Standard
Senza categoria

Credo che come tutto il resto, cagherà il cazzo a puntate alle porte di Orione.

Oppure si metterà d\’impegno a produrre remake a un ritmo ossessivo simile a quello di un tamburo tribale rimasto a corto di droga buona e di idee innovative.

Alle volte credo che la vita sia tutto un piano architettato diabolicamente per farmi odiare l\’esistenza stessa.

IMG_20171029_205522

e niente basta dopo i bastoncini di spinaci leggermente un pochino troppo cottarelli, diciamo, però soltanto da un lato eh, non mi rimane altro da dirvi se non una cosa che comunque faccio meglio a tacere.

\”I am the maker of rules, dealing with foo-ooh-hools (i can read your mind).\”

Standard

nun

Senza categoria
Immagine
Senza categoria

Devo ancora decidere se quello che mi fa incazzare di più è l\’assenza del bene o l\’ipocrisia che ci spinge a erigerlo ad egida della nostra civiltà quando in realtà è evidente pure ai dementi che sotto sotto ambiamo a ben altro.

Non mi piace il mondo perché non mi ci so adattare oppure sono io a non piacermi proprio per il medesimo motivo? Per vivere meglio (in che senso?) dovrei imparare a farmi andare bene anche tutto lo schifo che mi si presenta sotto agli occhi cotidie? Rassegnarmi all\’idea che le cose non possano andare diversamente, almeno non per noi, non in questa vita comunque. 

Aveva ragione quel tizio quando diceva che l\’inferno sono gli altri.

Standard