Senza categoria

Non ho nessuno di bello di buono o grazioso a cui scrivere
ma ancora voglia di bere
e una persona tanto malata quanto dolce, quando non è arrabbiata con sè stessa.
Non sto parlando di me, per una volta.
L\’ultimo bicchiere lo dedico a lei.


Adesso.


Guariremo mai da quello a cui non sappiamo dare un nome?
Smetteranno mai di divorarci?
O almeno di provarci, di traverso, coi sorrisi ben stampati sulle maschere
mi viene da piangere e invece stringo i denti

Spero che tu stia meglio.
Io continuo a precipitare in abissi a spirale sempre più profondi
mai avuto un paracadute
mi esibisco a corpo libero
roteo e srotolo come un capriolo nel periodo degli sdoppiamenti

non so se rendo l\’idea
la tengo tutta per me, non si sa mai.
Cristo di un Ladro.
La bestemmia Pure.


Amen e AbraKadabra per di più
Amen e AbraKadabra.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...