Senza categoria

IL POETA

Ha conosciuto l\’oblio delle antiche torture:
Ma la cicatrice si è seccata, dove il suo cuore sanguinò.
Al richiamo onnipotente di due maghi, 
la Gioventù e la Fede, – la vita ha riguadagnato
Il brandello del suo cuore risparmiato dal male.
Perché devi farlo, ahimé? che a tutte le sofferenze.
come un aquila intrepida al chiaro del sole levante,
S\’invola il suo desiderio credulo alle speranze?
Canta dei progetti, – e l\’eco deludente
Riecheggia i suoi canti portati dal vento.
Vi supplicano senza tregua . Illusioni care,
di versare alla sete l\’oro del vostro liquore,
Nel bosco dell\’Amore effimero e beffardo,
Egli cerca dei cespugli pieni di spine fiorite
Per poter straziare il resto del suo cuore. 


(Stanislas De Guaita)

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...