Senza categoria

daini morti, lasciati trasportare dalle ondate mefitiche del suono protomorboso
tristezza eonica, forse, rimpianti, rimorsi, ferite che non si ricuciono

eppure ci provi
nel senso
tu stai sempre lì a pensarci
ma non è così che funziona, dicono

perduto
labirinto d\’asfalto
catrame
odore di zolfo

viziosa rinuncia
d\’architetture gotiche, syntobarocche –
andare avanti in apnea

hai bisogno di strane sensazioni nel cervello e lungo il corpo
quando l\’omnimorte si fa carne, pensiero e vibrazione d\’onda

angoscia, risentimento, paura
contro il principio di ogni speranza

dissolvimento

(fade away)

dicotomia insapore di una nicchia nel tempo.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...