Senza categoria

 campi asimmetrici irradiano su madri confuse sinergiche convulsioni rattristate alquanto da pavide spemi luccicanti. a caso specchi risolvono arcani di cui ne\’ a me ne\’ a voi sara\’ mai dato sapere. e le persone cercano di esistere fingendo di non avere capito. si conoscono e si amano forse ma poi di sicuro si lasciano.


scusate ma anche oggi sento il bisogno di tirare giu\’ due righe.

salivali confessioni di una donna ragno.
ha gli ormoni in fermento la tipa.
che mentre balla tizi strafatti la leccano.
non so dove.
converge spasticamente al sistema.

ci sara\’ un tempo in cui
c\’ e\’ stato un tempo in cui

osserva annoiato la scena, beatificando un suo sopracciglio usato.

dorata era la voce
di quante splendide giornate di sole
avrai fatto volentieri a meno
di quante amichevoii strette di mano

cala la notte, sulla citta\’
magnificandone le luci
occultando le sue miserie

(e tu che guardi da sopra a un balcone, magari all\’ottavo piano
sigaretta e bicchiere di whisky,  musica malinconica nell\’aria.)

non me ne sbatte un cazzo
e\’ piu\’ facile pensare

tieniti in forma,vai a dormire presto la sera,lavora
sublima gli attimi in un compromettente distillato di spirito
dimentica
fatti un favore
perdonaci

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...