Senza categoria

notti di silenzi appaganti come puttane dai fianchi larghi

vellutati e morbidi come i prati che merito per diritto di nascita – fortuita 

puramente casuale

affascinato dalla logica illusoriamente randomica della vita oltre la morte

compongo

assuefatto alla disperazione

coadiuvato da un gruppo sparuto di demoni lanciati a bomba contro la noia

io contratto, con entità da me create

futuro incerto di note poco soavi ma meravigliose

con la loro ingordigia cronica

con la necessità brutale di stare ancora ad ascoltare

flussi ematici di desideri in cancrena.


pompa infatti nel cuore solo una luce fredda che non abbaglia, ma inganna

solo stupide falene che già bramano la morte

con le ali cariche di veleno e polveri soporifere


grazie a una sottile forma d\’odio ancora insisto

rubo l\’aria a voi non-morti e mi dimentico di stare a pensare.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...