flay

tempi morti. aspetto il veleno proveniente dai paesi bassi. non ho più niente da dire, praticamente a nessuno.

preferirei di gran lunga stare su uno scoglio, a testimoniare il quasi incessante infrangersi delle onde.

non ricordo quand’è che ho imboccato la strada sbagliata, so solo che adesso non riesco più a ritrovare la via di casa.

vivo (?) un pomeriggio eterno, secco, più che afoso, mentre immolo quello che resta delle mie povere sinapsi a idoli osceni fatti di noia, banalità, rancore.


4 risposte a “”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: