miscellanea, repost interessanti, Riflessioni

Bullet with Butterfly Wings (di nuovo…)

(15 settembre 2017)

E sai perché sono tranquillo, tendenzialmente? Perché vivo solo grazie alla convinzione che tutto alla fine avrà un senso, tornando all’origine, mentre in apnea ripensiamo a tutto il passato, mentre ripercorriamo stupefatti ogni singolo stramaledetto (e insisto su ’sto concetto) istante, buio e luce cominceranno ad accatastarsi, perché mi piace il suono, tipo i pezzi del lego, La casa illustrata sulle istruzioni, io ci ho costruito una mezza astronave, coi pezzi avanzanti una clava, una bussola che non funziona e la dolcezza di cui alcuni hanno bisogno.

Io cerco di dare agli altri quello di cui ho bisogno.

Sincerità nel migliore dei casi, preoccupazione, la certezza che alla fine, il mio dolore sarà mondato dalla Vendetta, oppure da altrettanto piacere, oppure da altrettanto dolore.

Come cazzo si fa a non capire che il male che metti in circolo prima o poi ti ritorna?

Come?

Allora siete dei cazzo di ritardati di merda, come diceva mio padre.

Quanto lo odio.

Anzi no mi sono rotto il cazzo di darvi questa immagine così tragi-comicamente esaustiva di me.

Se solo riuscissi ancora a farmi venire la voglia di stare a mentire…

Ci pensi? Ci pensi cosa avrei potuto fare, ottenere, probabilmente anche essere, se soltanto mi fossi impegnato un poco di più a mentire.

Non vi odio tutti.

Odio solo alcuni, che poi tra l’altro sono sicuro che sono quelli che odiereste anche voi se soltanto vi mettessi a conoscenza di alcuni dei mirabilissimi particolari.

Che poi lo so, mi scoperei senza remore qualsiasi donna che odio, l’importante è che sia bona, appagantemente porca e bona, ma basta anche solo bona, o vagamente decente e molto porca, voi donne invece vi scopereste Hitler ma è diverso ahahaa, si, è diverso.

Credo.

Fermamente.

Scopare o essere scopati.

Il più – il meno –

il vuoto e il marketing che vibra intorno ad esso.

Lo yin e lo yang, i soldi, morire di fame o di noia, le malattie, lo stare bene,

/WE MUST NEVER BE APART!!!!

l’amore per qualcun’altro, l’egoistico amore per qualcun’altro, che ipocrisia vendicativa passivo aggressiva di merda.

“Ti amo, DIOCRISTO lo capici? Dovresti fare quello che io mi aspetto, capisci?”

O perlomeno essere quello che io vorrei che tu boh, ma che cazzo ne so, sapessi quello che voglio e/o devo fare io, saremmo già tre passi avanti verso il baratro, ma ti giuro, un baratro da gran signori, pochi libri ma buoni, anzi neanche uno, mezzo libro, molto lungo, ancora in fieri scritto tipo a 28 miliardi di mani, il titolo lo metto io e così decido anche tutte le virgole, te lo giuro, ti cambio il significato delle mutande, non ci credi? Non fa niente non ho bisogno della tua approvazione, chi cazzo ti conosce tra l’altro, tutta quest’invadenza, cazzo io vivo male capito? Perché sono sbagliato però godo, mentre c’è gente migliore, che vive nel giusto però ambisce alla sofferenza.

Poi quello troppo cristiano sono sempre e solo io.

Sono cristiano soltanto per infilare un palo su per il culo a quelli che mi stanno sul cazzo.

Gesù dice che è giusto, me l’ha detto in sogno mentre pensavo ad altro ma il messaggio aveva un volume più alto del resto, impossibile da ignorare, tipo la pubblicità di un tumore alla vaniglia, beninteso, solo quello di cui non hai voglia.

La lezione più importante che ho creduto di imparare nel frattempo?

Non permettere a niente di perturbarti il nucleo.

Disprezzo puntellato d’Amore, Bellezza, Giustizia, Odio per tutto il resto, si,

riesco anche a sintetizzare piacere dalla tristezza al crepuscolo, solo per mettergliela in culo al dolore, non mi avrà, non mi avranno, piuttosto ti ammazzo, sai che gioia in galera? I compagni di cella mi stringeranno la mano, altrimenti li ammazzo, ammazzo chiunque non sia il mio respiro, vogliamo stare a vedere? Morsi sulle parti molli, chi cazzo ci ha inventato così? La gola scoperta e non gli metti un cazzo di osso spinoso? Allora vuoi che ti ammazzi… mammifero del cazzo, quanto sono più onesti gli insetti?

Quanto dolore, ti accarezzerei per minuti pur di far finta di niente,

I’ll make the effort, love can last forever
Graceful swans of never topple to the earth
Tomorrow’s just an excuse
And you can make it last, forever you

mentire non è mai necessario, comodo solo all’apparenza

che cazzo ne so io

mi verrebbe da piangere se non vi conoscessi abbastanza,

la paura ha lasciato campo allo schifo, che poi niente dura per sempre, quasi per fortuna, ai nemici devi sputare in faccia, come quasi ci stessi facendo del sesso, come quasi, l’unica certezza è il rancore, l’unica salvezza il mio – di piacere.

Dubbi non ce ne sono a riguardo.

Indovina qual’è tra i miei pregi, quello che ti convincerebbe di più.

So I pull my collar up and face the cold on my own

Standard
repost interessanti

3#

(Nuova propensione alle gif, luci led e ketamina)

Sinceramente io sulle onde empatiche della notte quando ne ho la possibilità più che adagiarmi mi ci stendo arrotolandomi nel mio mantello di lana blu e gialla – esattamente – adesso tra l\’altro ho anche un plugin che mi permette di rewindare i video di youtube in automatico, sweet leaf dei black sabbath al momento, per quanto quello che stia fumando non è esattamente il miglior fumo che abbia fumato seppur negli ultimi due-tre mesi diciamo, ma ringrazio l\’abbondanza e il fatto che perlomeno contenga quantità di cbd e thc ben oltre al di sopra dell\’assurda media imposta da TRAKKATATà basta.
Che poi la casa adesso, che con la cifra mensile di 280 euri incoming nelle mie tasche a breve (con tanto di arretrati sisseñor)insieme agli altri circa 200-150 mi dovrebbero assicurare un entrata netta garantita di circa 480 euro al mese, senza fare un cazzo potrebbero osare le malelingue invece voi sapete, io so, tra l\’altro c\’ho pure l\’affitto e le bollette pagate spesso anche la spesa ma non mangio neanche tanto ultimamente, più che altro fumo e pure troppo ma non importa perchè tanto siamo destinati tutti a morire e quindi nel frattempo io mi faccio la mia bella casina temporanea e transeunte come il diavolo ben cosparso d\’olio di ricino al sentore di cannella e quindi si, quando sarà pronta vi ci faccio pure un video, di notte, perchè dovete guardare le luci che ho sparso strategicamente ovunque, gli schermi, uno per ogni stanza della casa tranne il bagno ma c\’è il tablet e/o/oppur telefonini vari che a ognuno piace ulteriormente infilarsi giù in saccoccia prima ivi di recarsi nella candida toeletta alla quale comunque devo cambiare la lampadina, che è un pò troppo lugubre e io nel bagno più che intimità ci voglio l\’allegria che solo un neon bello inquinante ti può dare, soprattutto se accompagnato nel compito di arredare da una tenda di amazon colorata con le palline, oppure l\’altra colorata pure quella ma diversa in qualche cosa che come sai, al momento, poco importa alla platea che io sia incline a ricordare.
Ebbene si;
vi posso dire solo che nel progetto finale è compresa una stanza, che poi tra l\’altro è anche quella da cui vi scrivo adesso, che una volta modificata a dovere prenderà il nome di Camera delle Storture.
Un indizio

CameraStorture


In più la casa è piena di luci led e non, colorate e non, in cucina ho appeso per il momento una fila di lanternine di carta pseudocinesi, pseudo di carta, nel senso che forse alcune sono di plastica ma quelle più grosse sono di carta, quelle che ho comprato a parte ed è tutto molto bello però forse dopo natale le tolgo, più che altro perchè è troppo bello e la gente si sa che tende a guardare con sospetto e quindi odio tutto quello che va oltre la loro normale e vittimistica concezione delle cose e quindi molto probabilmente le lascio.

Fino alla fine dei miei giorni in questa casa, oppure fino a che mi scoccio, oppure fino a quando uno dei due gatti (le Chat Noir e Filippacchio) non decide che sia arrivato il momento di provare a-arrampicarsi impunemente, magari salendo sopra il tavolo per prendere lo slancio che tanto ormai me lo fanno pure avanti agli occhi, di salire sopra il tavolo, perchè per salire di livello ho deciso che devo picchiarli il meno possibile, cristiddio permettendo.

Tipo quella volta che Filippastro mi ha rubato il formaggio mentre ero girato dalla fottuta altra parte intento a pulire non so quale bidone della differenziata.
Rischiò lui la morte per mazzate e io quella per infarto.
Da allora in effetti non l\’ho più visto appropinquarsi sopra il desco in mia fatal presenza.
Dudù invece, il gatto nero, il pirata e la sciantosa come ci piace chiamarlo (a me e Filippacchio), lo stramaledetto conte dracula d\’appartamento che per uno strano caso, oltre ad assomigliare a un pipistrello, così nero e ossuto, non ha perso neanche il vizio di suggiare avidamente le dita di chiunque abbia l\’imprudenza di porgergliele, dicono che è perchè è stato svezzato prima del tempo e quindi è rimasto fatalmente così.

Quindi ricapitolando, in attesa del salto quantico che mi porterà ad Amsterdam (o in qualunque altro paese sia legale la marijuana, spero solo non in Uruguay perchè ci tengo a non essere sparato mentre mi faccio il bidet e soprattutto odio il caldo e la povertà)in attesa dell\’altro salto quantico, i progetti per il semi-immediato futuro sono, in ordine sparso:

la ketamina
la ketamina
l\’erba
investire tipo un 200 euro in bitcoin, forse poco più massimo 500 nell\’arco di 6 mesi e vedere come si evolve il Tutto
la ketamina
gli acidi
la ketamina
luci led per tutta la casa soprattutto per quando sto in ketamina
etizolam per dormire 36 ore di fila senza sentirsi in colpa
ricordarsi di dare da mangiare ai gatti prima
la ketamina un pò basta anzi no: la ketamina
acidi
non mangiare troppo tranne ogni tanto quando vengono gli ospiti perchè allora mi piace anche bere ed essere conviviale, quando ci riesco e ne ho voglia
full immersion in mondi paralleli fatti di neon anzi led che volenti o nolenti non siamo più negli anni \’80, grosse canne di fumo e perchè no, ketamina, narghilè con dentro il coso alla mela verde mischiato ai cannabinoidi sintetici, synthacaine 2.0 (informatevi esiste non me la sono inventata adesso, \’ste teste di cazzo), la ketamina, meglio che mi faccia chiudere da dietro in casa la prossima volta che mi pippo: la ketamina ma comunque niente, ho già osservato fin troppo il mio interesse per questo post scemare impunemente, così davanti a tutti.

GizBauliStripe

(giphy non è il massimo per creare le gif comunque, posso fare di meglio. L\’ultima gif si chiama \”Natale\”*)

*Ed è ispirata alla… Ketamina!
Voglio anche un proiettore, del tessuto damascato e una zanzariera da 20 euro da montare sopra al letto a simulare, con un paio di tendaggi adatti a farlo, un semi baldacchino da bodoir, sulla quale magari proiettere roba, mica film porno eh attenzione non sono mica il papa, e quindi niente dicevamo, la ketamina si anche, e su quello non ci piove se non altra ketamina o droga varia e viagra (quando pippo coca o altri derivati del tropano, alle volte non si alza, non me ne vergogno perchè di solito funziona) e quindi niente.

Videogiochi intrippantissimi, singleplayer per la storia e l\’atmosfera e le musiche e il complesso sistema di gioco, multiplayer per cazzeggiare, schermo da 27 pollici che è praticamente grosso quanto un televisore, a fianco quello vecchio da non so quanti pollici ma che mi serve come il pane nel deserto del nevada se hai voglia di pane e non sei intollerante alla vita stessa, e si, perdermi, senza un orario ben preciso, tipo finisco di fare qui e mi metto a fare una buonissima torta di mele, piace a cazzo tutti (il mio amico donna e mio fratello come cucino tipo ci si leccano i baffi, per non parlare dei brunch e degli aperitivi, manca giusto la tequila per i margaritas e i tequila sunrise ma ci tengo a precisare che non sono mica contento di tutto questo per un mero attaccamento alla materia e quindi anche alle cose materiali e belle che mi piacciono e mi fanno stare più sereno (che ne ho bisogno) e tutto il resto.
Lo faccio perchè mi avete rotto il cazzo, tutto qui, niente se e niente forse quindi basta, da oggi in poi tutto avrà l\’aspetto di un qualcosa di incredibilmente animato.

(rileggendomi comincio a pensare che dicembre 2017 deve essere stato proprio un mese fottutamente interessante…)

Standard
repost interessanti

Almost famous

Trentanove segnali spastici osannano divinità sbagliate al tramonto che dura per sempre, quando non deve, quasi eterno infinito crepuscolo di cose che strisciano nascoste allo sguardo ma facilmente intuibili ai sensi restanti.

Brilla nel buio e tutto il resto rilascia il colore

strano ritmo della respirazione

buoni propositi per l’anno a venire: padroneggiare l’utilizzo del Vuoto.

Standard
repost interessanti

1#

Si, benissimo si, siete tutti tovaglie del letto matrimoniali, magnifiche intro sparate a cas(s)o nello splendido schermo di ogni cosa che esiste, la notte di solito a balzi diventa violenta, virale, immediatamente foriera di arcuate bio-luminescenze attraenti, pulsanti come fiori carnosi e francamente letali, che vibrano con fare osceno e suadente nascosti nell\’ombra di un\’immaginaria protogiungla senza insetti, tranne alcuni solo simbolici, tipo che ti guidano in una pozza d\’acido adatta alla deprivazione sensoriale da viaggio mistico di sola andata, niente ritorno, soltanto un paio di bed&breakfast infernali ma con l\’aria condizionata e una colazione standard che sarebbe meglio consumare comunque a letto, al riparo da sguardi di ogni genere e colore, per fortuna immobili come colonne deprimenti inventate in base alla sindrome di immuno deficienza acquisita per errore, davanti a un pubblico innocente fatto di alberi in cancrena, mi auguro, devastati quanto basta;

ci sono bolle distratte a cui piace andare a letto agli orari più opportuni, sentimenti al plasma incastonati stretti nella morsa di ghiaccio che tutto pervade, nevrastenie, torri che crollano, dirupi

ma solamente è una la cosa che ci piace ricordare

Nascosta nel fango immagina sè stessa pulsare di Vera Luce

ritorna altre volte al luogo che l\’ha vista immaginarsi per quello che era.

Standard